Banana Bread vegano | La ricetta definitiva

Gennaio 28, 2022

Se mi chiedete qual’è il mio dolce da colazione preferito, senza dubbio rispondo il banana bread (vegano of course). Soffice, morbido, dolce… Non c’è niente di meglio per iniziare la giornata. E poi piace proprio a tutti, bimbi compresi!

A noi piace particolarmente gustarlo durante il momento della colazione, ma nulla vieta servirlo anche con una buona tazza di tè pomeridiana, oppure portarlo a scuola o in ufficio per una pausa sana e golosa.

Ma prima di trovare la ricetta giusta ho fatto tantissimi tentativi…

Avete presente quando cercate una ricetta, controllate un po’ in internet, e ve ne escono letteralmente MIGLIAIA? Quindi non sapete quale scegliere, ne prendete una tra le prime che vi capitano e la provate. Magari il risultato non è neanche male ma… vi resta il dubbio che avreste potuto trovarne di meglio.

Ecco, per me è sempre stato così con il banana bread. Cercavo una ricetta che mi soddisfacesse e non mi facesse più tornare indietro, che non me ne facesse più provare altre, insomma, cercavo il MIO banana bread preferito.

Risultato? Dopo averne provate davvero (ma davvero) tante, ho dovuto inventarmi la mia ricetta 🙂

Sì, perchè avevo bisogno di creare il banana bread più buono di tutti. Quello dolcino, bananoso, ma allo stesso tempo compatto, proprio come se fosse un “pane morbido” da poter tagliare a fette e pucciare nel tè la mattina, con l’aggiunta delle noci che danno quel tocco di croccantezza. Una dolce coccola, che sa di casa e di cucina profumata, che sia buono per tutti, vegetale come piace a me.

Quando ho sfornato e assaggiato questa ricetta per la prima volta, ho capito che non sarei più tornata indietro. E adesso ogni volta che mi assale la voglia di banana bread, so che non devo più cercare. Apro il mio taccuino delle ricette del cuore, ed eccolo qui. Facile, veloce, buonissimo.

Come preparare un banana bread vegano perfetto

L’unico accorgimento che mi sento di dare per realizzare la ricetta, è quella di non frullare troppo tra loro gli ingredienti: rischiereste di appesantire il banana bread e di non farlo lievitare a dovere. Usate un semplice un cucchiaio di legno oppure di silicone. Non appena gli ingredienti liquidi avranno assorbito quelli secchi, sarà il momento di infornare.

Per renderlo più bello e goloso, ho creato delle spirali con il cacao amaro nell’impasto ed ho completato con della granella di nocciole in superficie, ma naturalmente sono facoltative.

Creare l’effetto variegato al cacao

Per creare l’effetto a spirale con il cacao amaro è semplicissimo: una volta che avrete il vostro composto, dividetelo in due parti. In una delle due aggiungete 3 cucchiaini di cacao amaro in polvere, date una bella mescolata e se vi sembra troppo asciutto, aggiungete qualche cucchiaio di latte vegetale.

Dopodiché alternate i due impasti nello stampo da plumcake, un cucchiaio alla volta. Con l’aiuto di uno stecchino praticate dei vortici e delle curve per mescolare i due impasti ma senza esagerare altrimenti si mescoleranno troppo tra di loro e l’effetto variegato si vedrà poco.

Ovviamente non è obbligatorio, si può anche fare un banana bread solo chiaro senza cacao. E’ un solo un fattore estetico.

Conservazione

Il banana bread vegano si conserva a temperatura ambiente per 3 giorni, chiuso in un contenitore oppure sotto una campana di vetro. Potete anche congelarlo, tagliandolo prima a fette.

Banana Bread vegano | La ricetta definitiva

Dolce, morbido e perfetto da tagliare a fette per una colazione energetica. Questo banana bread vegano senza uova e burro, diventerà il vostro preferito.
Preparazione 10 min
Cottura 45 min
Tempo totale 55 min
Portata Colazione
Cucina Americana
Porzioni 1 plumcake

Equipment

  • 1 stampo da plumcake

Ingredienti
  

  • 2 banane mature
  • 200 g farina integrale oppure 150 g di farina integrale e 50 g di farina 00/0
  • 50 g fecola di patate
  • 90 g zucchero di canna oppure integrale di canna o di cocco
  • 50 g noci tritate grossolanamente al coltello facoltative, si possono sostituire con gocce di cioccolato
  • 80 g olio di semi di girasole
  • 130 g latte vegetale, io di soia
  • 125 g yogurt di soia bianco
  • Un pizzico di sale fino
  • Una bustina di lievito per dolci
  • Granella di nocciole per decorare facoltative
  • 3 cucchiaini di cacao amaro in polvere

Istruzioni
 

  • Preriscalda il forno a 180°C;
  • Prepara le parti liquide: in una ciotola schiaccia le banane con una forchetta fino a ridurle in purea, aggiungi lo yogurt, il latte e l'olio e mescola bene;
  • Ingredienti secchi: in un'altra ciotola setaccia farina, zucchero e fecola, poi aggiungi salee lievito, e mescola con un cucchiaio o una frusta. Ora un po' alla volta versale polveri nella ciotola dei liquidi, sempre mescolando, finché il composto risulta denso e un po' appiccicoso, ma omogeneo;
  • Aggiungi le noci tritate accoltello grossolanamente, oppure le gocce di cioccolate, mescola per amalgamare;
  • Preleva una parte di impasto, circa metà, e mescolalo con tre cucchiaini di cacao amaro. A questo punto versa il composto in uno stampo da plumcake in silicone, oppure in metallo rivestito con carta forno, alternando i due impasti. Con uno stuzzicadenti crea delle curve e dei cerchi per mescolare i due colori creando un bell'effetto aspirale;
  • Distribuisci una manciata di granella di nocciole sulla superficie ed inforna;
  • Cuoci per 50 minuti facendo la prova dello stuzzicadenti. Se serve, prosegui la cottura di altri 5 minuti finché lo stuzzicadenti uscirà pulito dall'impasto.

Note

Il banana bread si conserva a temperatura ambiente per 3 giorni, in un contenitore a chiusura ermetica. Si può anche tagliare a fette (una volta completamente raffreddato), e congelarlo negli appositi sacchetti per il gelo: questi sono ecologici e compostabili, oppure questi sono riutilizzabili. 
Come stampo da plumcake io utilizzo questo in silicone.
 
Keyword banana bread, banane, biscotti, cacao, cioccolato, noci, plumcake
Macrolibrarsi

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Recipe Rating